MOTO G7 PLAY – RECENSIONE


The Breakdown

La mia valutazione 7.3

Motorola ha recentemente presentato la nuova famiglia di smartphone G7: quattro smartphone che vanno a coprire tutte le fasce di mercato. 

Da un paio di settimane sto provando Moto G7 Play, l’entry level della famiglia G7, ma non per questo si rinuncia al design e alle feature MOTO.

CONFEZIONE DI VENDITA

La confezione di vendita include un manualetto con le istruzioni, il pin estrattore per il carrellino della sim, il caricatore da muro da 1A e il cavetto type-c per la ricarica.

HARDWARE & CONNETTIVITA’

Moto G7 Play è dotato di processore octa-core Qualcomm Snapdragon 632 da 1.8 GHz con a corredo una GPU Adreno 506, 2 GB di RAM e 32 di Storage interno espandibile tramite micro-sd fino a 512 GB. Il comparto hardware risulta il 60% più veloce rispetto al Moto G6 Play, ma ricordo che siamo sempre nelle fascia bassa del mercato, per cui non aspettatevi miracoli.

Tra i sensori disponibili all’interno dello smartphone troviamo il sensore di prossimità, l’accelerometro, il sensore di luce ambientale e il giroscopio.

Si tratta di uno smartphone LTE 4G dual sim, dotato di due slot per le sim + uno per la micro-sd, cosi non dovrete rinunciare alla seconda sim per espandere la memoria.

Completano la dotazione hardware il Wi-FI da 2.4 Ghz con funzioni di Hotspot, il GPS e il Bluetooth 4.2.

Moto G7 Play, integra inoltre un discreto sensore per le impronte digitali e lo sblocco con il riconoscimento facciale.

DESIGN & SCHERMO

L’entry level 2019 di Motorola ha dimensioni pari 147,31 x 71,5 x 7,99 mm per 149 grammi di peso. La scocca è completamente in alluminio, e in mano si ha la sensazione di avere un prodotto cheap, forse perchè sembra più leggero di quello che è davvero. In ogni caso risulta essere molto maneggevole e poco scivoloso; il design è gradevole, ma è presente ancora il notch, soluzione che oramai la concorrenza ha superato in favore del “forellino” per la fotocamera.

Analizzandolo più da vicino troviamo: sul lato sinistro il carrellino per le sim e la micro-sd, sul lato destro trovano spazio il bilanciere del volume e il tasto di accessione / spegnimento. Sul lato corto basso trovano spazio il microfono principale e l’ingresso Type-c per la ricarica, mentre sul lato corto alto troviamo il microfono per la riduzione del rumore e il jack per le cuffie.  Posteriormente trova spazio la fotocamera con flash e il discreto lettore per le impronte digitali con il logo M di Motorola.

Il display da 5,7 pollici è dotato di una risoluzione LTPS di appena 1512 x 720 pixel, con tanto di tacca posizionata sulla parte superiore. Nonostante la fascia low cost dello smartphone, troviamo un buon contrasto e i colori sono abbastanza nitidi. La luminosità è molto buona, infatti il suo valore massimo è di 465 cd/m2.

In ogni caso Motorola, permette di scegliere (tramite le impostazioni dello smartphone) tre modalità di colore tra cui scegliere, cosi da poter leggermente personalizzare la visione dello schermo in base ai proprio gusti.

FOTOCAMERA

Il comparto fotografico vede la presenza di un  unico sensore posteriore da 13 megapixel con apertura focale f/2.0. Non manca l’autofocus a rilevamento di fase e i filmati vengono registrati a 30 fps in FullHD.  

La camera anteriore è invece da 8 megapixel con apertura focale f/ 2.2.

Onestamente, visto la fascia di prezzo di questo smartphone, non nutrivo grosse pretese, ma in un certo senso mi sono dovuta ricredere, almeno per quanta riguarda gli scatti effettuati con luce ottimale. E si, perchè ho riscontrato una buona qualità  con molti dettagli. In condizioni di luce scarsa si nota invece moltissimo rumore.

BATTERIA & AUDIO

Moto G7 è dotato di una batteria a polimeri di litio da  3000 mAh, che si ricarica tramite la porta Type-c posizionata nella parte inferiore del dispositivo, e supporta la ricarica rapida a 5W.

Rispetto al modello dello scorso anno, Moto G7 offre circa il 30% di autonomia in più, permettendoci di utilizzare lo smartphone per quasi due giorni senza doverlo ricaricare.

L’audio di tipo mono, non fa miracoli e la qualità è nella media della fascia di prezzo cui appartiene lo smartphone.

SOFTWARE & PRESTAZIONI

Moto G7 è dotato di sistema operativo Android 9 Pie, ma secondo il mio punto i vista, avrebbe avuto più senso dotarlo di Android Go, visto che è più leggero  ed offre una serie di app “basiche” che permettono agli smartphone “economici” di funzionare in maniera abbastanza fluida.

Ho fatto questa premessa, perchè 2 GB di RAM sono pochi, e se si aprono più app contemporaneamente rallenta parecchio, mostrando molta indecisione nel passare da un’app all’altra.

In ogni caso si tratta di un device che offre un’esperienza pura di Android. Infatti non ci sono grosse personalizzazioni, fatta eccezione per l’app MOTO che include include al suo interno MOTO ACTIONS (per interagire con lo smartphone attraverso le gesture), MOTO DISPLAY (che permette di mantenere lo schermo attivo mentre lo si guarda, e visualizzare le notifiche anche quando lo schermo è spento).

CONCLUSIONE

Motorola Moto G7 è quello che viene definito un telefono da battaglia. Un muletto su cui fare affidamento se le risorse economiche sono poche.

Previous HYPE LA RICARICABILE CHE TI REGALA 10 EURO
Next Inateck Case tastiera Bluetooth per iPad 9.7 mod. KB02008

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami