HONOR 20 – RECENSIONE


The Breakdown

Honor 20 è uno smartphone completo sotto ogni punto di vista, e, a parte qualche mancanza riesce ad essere uno dei migliori nella fascia media di mercato.
La mia valutazione 8.6

Dopo averlo annunciato a Londra lo scorso 28 Maggio, finalmente il 6 luglio Honor 20 ha visto la luce sugli scaffali dei negozi italiani. Grazie all’ufficio stampa ho avuto modo di provarlo in anteprima, ma quello che si evince online, è che il tutta la questione Trump / Huawei ha influito negativamente sull’uscita del device e sulla fiducia dei clienti e futuri clienti.  Ciò non toglie, che, nonostante alcune mancanze, Honor 20 è uno smartphone valido e ricco di funzioni, in grado di soddisfare anche gli utenti più esigenti. 

CONFEZIONE DI VENDITA

La confezione di vendita mi ha un po’ deluso, più che altro perché Honor ci ha abituato bene, ma qui troviamo solo, un alimentatore 5V/4.5A, il cavo type-c e un adattatore Type-C / jack audio. Mancano quindi la cover e le cuffie auricolari.


HARDWARE & CONNETTIVITA’

Honor 20 è uno smartphone di fascia media, che include alcune caratteristiche presenti sui top gamma di casa Honor / Huawei. Infatti, il processore è affidato all’ottimo octa-core Kirin 980 da 2.6 Ghz con a corredo 6 GB di ram e 128 GB di memoria non espandibile. Si tratta di uno smartphone dual sim (sono presente due slot per nanoSIM), che supporta le reti 4G fino a 1200 Mbps. Inoltre troviamo il wi-fi dual band ac, il Bluetooth 5.0 e il sensore NFC.

DESIGN & SCHERMO

Honor 20 vanta una costruzione e un’ergonomia pazzesca: il contorno del device è in metallo, mentre posteriormente è presente il vetro che grazie ad una particolare lavorazione con design olografico dinamico, riesce a ricreare un effetto wow. Ma non solo, infatti nonostante il vetro posteriore, il device non risulta scivoloso e si usa agevolmente anche con una mano sola (dimensioni 154 x 73,9 x 7,8 mm di spessore). Unico difetto: l’assenza della certificazione che lo rende resistente all’acqua e alla polvere. Per cui, attenzione!

Analizzandolo più da vicino troviamo sul lato destro il bilanciere del volume e un tasto zigrinato che integra il lettore delle impronte digitali (velocissimo e preciso, ma mancano le gesture sul lettore per scorrere le foto etc), mentre sul lato sinistro trova spazio il carrellino per la sim. Sul lato corto basso invece è presente lo speaker mono e l’ingresso Type-C per la ricarica che però non supporta l’HDMI per i video. Invece sul lato corto alto è presente il sensore ad infrarossi per sfruttare lo smartphone come telecomando per tv e condizionatore, ma stranamente Honor non ha integrato nel device nessun software dedicato a queste funzioni.

Il display da 6,26 pollici è un IPS con risoluzione FullHD+ pari a 2360 x 1080 pixel, con densità di 412 PPI e rapporto 19.5:9. I colori sono vividi e i contrasti sono ottimi con neri molto profondi. Honor, in ogni caso, permette di regolare la temperatura del colore tramite il menu delle impostazioni. Anche l’angolo di visione è buono cosi come la luminosità, anche se questa non è elevatissima. Non è presente il notch, ma solo un piccolo foro in cui è inglobata la fotocamera frontale, cosi da poter godere di una visione a tutto schermo.

BATTERIA & AUDIO

Honor 20 è dotato di una batteria ai polimeri di litio da 3750 mAh che vi porterà tranquillamente a sera, considerando un utilizzo inteso del device (si possono raggiungere quasi 8 ore di schermo acceso). Purtroppo non è presente la ricarica wireless.
Lo speaker audio posizionato nella parte inferiore dello smartphone offre un buon audio sia per quanto riguarda gli alti e i medi. Risultati migliori si hanno, però, con l’ascolto in cuffia, in quanto è stato aggiunto il Virtual 9.1 Surround.

FOTOCAMERA

Il comparto fotografico vede la presenza di quattro sensori posteriori:- sensore principale da 48 megapixel con apertura f/1.8- sensore grandagolare da 16 megapixel con apertura f/2.2- sensore super macro da 2 megapixel- sensore da 2 megapixel per il rilevamento della profondità.
Anteriormente è presente una camera da 32 megapixel con apertura f/2.0.

I due sensori principali da 48 e 16 megapixel funzionano egregiamente, e permettono di scattare foto di qualità in ogni condizione. Gli scatti, infatti, risultano ricchi di dettagli con colori nitidi e vividi. Per gli scatti notturni invece ci viene in soccorso l’apposita modalità notte, che ne riduce un po’ il rumore.

Invece i due sensori super macro e quello per la profondità hanno basa risoluzione e risulta difficile poterne sfruttare al massimo le caratteristiche.

Anche i selfie sono perfetti con ottimi dettagli e colori.

I video vengono realizzati con risoluzione massima 4k a 30 fps. Non è presente lo stabilizzatore ottico, ma solo quello digitale. In ogni caso i video sono di ottima qualità, ed è difficile trovare di meglio.

SOFTWARE

Honor 20 è basato su Android 9 Pie con personalizzazione Magic UI 2.1, che include diverse app interne e le app dell’ecosistema di Google.

Grazie alla personalizzazione di Honor l’utente può scegliere se utilizzare i pulsanti a schermo o le gesture, inoltre si possono impostare dei limiti di tempo per le app e consultare alcune statistiche come il tempo di utilizzo di ogni app.

Honor 20 è risultato sempre reattivo, mai un lag o una incertezza sia durante la semplice navigazione web che durante l’utilizzo di giochi “pesanti”. Il merito è da associarsi al supporto della tecnologia Game Turbo di Huawei, che praticamente aumenta le prestazioni ottimizzando però anche i consumi. Ma non solo, perchè Honor ha pensato proprio ai gamers, infatti con Honor 20 ha introdotto anche la tecnologia Uninterrupted Gaming che ha il compito di bloccare le notifiche durante le sessioni di gioco.

CONCLUSIONE

Honor 20 è uno dei migliori smartphone di fascia media presenti sul mercato, i suoi punti forte sono il design mozzafiato, una buona autonomia e l’ottima fluidità, senza dimenticare il lettore d’impronte ultra rapido (anche se sprovvisto di funzionalità aggiuntive). Tra i difetti: la fotocamera macro e quella di profondità non all’altezza, qualità audio solo “mono” e scocca non impermeabile.

Il suo prezzo è di € 499, forse un po’ troppo, se consideriamo che gli Xiaomi sono venduti a meno e che la concorrenza sulla fascia media è agguerrita. Ciò non toglie che Honor 20 è uno smartphone valido, e che nonostante tutto quello che si è scritto e letto sulla vicenda Trump, Honor ci ha assicurato che gli aggiornamenti dello smartphone usciranno regolarmente, per cui io, il problema non me lo pongo.


Previous ALCATEL 1S - RECENSIONE
Next Huawei annuncia Mate 20x 5G e fa chiarezza sul caso Trump

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami