FITBIT VERSA 2 – RECENSIONE


The Breakdown

La mia valutazione 8.9

Fitbit è inarrestabile, cosi dopo gli ottimi VERSA e VERSA, ha recentemente lanciato sul mercato il nuovo FITBIT VERSA 2, portando con se l’integrazione con Alexa e il prezzo invariato rispetto al modello precedente. Dopo averlo provato per oltre 2 mesi, sono finalmente pronta a dirvi cosa ne penso.

Al primo sguardo VERSA 2 può sembare identico al suo predecessore, ma se paragonate i due dispositivi vi accorgerete subito che Versa 2 è più luminoso di Versa, ed inoltre sono spariti i due pulsanti laterali presenti nella versione precedente. I due pulsanti sono stati sostituiti da piccolo foro, che vi servirà per comunicare con Alexa, anche se devo ammettere che le iterazioni sono ridotte all’osso. 

Il display è un AMOLED dalle dimensioni pari a 40 mm x 40 mm, che come già detto risulta più luminoso, con un ottimo contrasto e saturazione. Questo permette di utilizzare VERSA 2 sotto la luce diretta del sole, senza alcun minimo problema di visibilità dello schermo. Il display touch screen è dotato di protezione Corning Gorilla Glass 3 che lo protegge in caso di urti e graffi.

Fifbit ha introdotto sul Versa 2 la funzionalità Always On Display, per vedere con un colpo d’occhio tutte le informazioni del display. Se da un lato questa funzione è un grade passo avanti, dall’altro lato ho riscontrato due grandi difetti:

1. con questa modalità la batteria si scarica più velocemente, mediamente la carica dura un 30% in meno, quindi bisogna ricaricare più spesso.

2. al momento la modalità Always On è disponibile in digitale e analagico e non è legata al quadrante.

Come ho accennato sopra, Versa 2 include l’assistente virtuale Alexa: per abilitarla è sufficiente premere il pulsante laterale, le si impartiscono i comandi a voce, ma leI fornisce solo risposte testuali. Con Alexa possiamo impostare la sveglia, riprodurre musica da uno dei device collegati collegati tramite l’app ufficiale di Alexa, oppure chiedere che tempo fa. 

Volendo possiamo, anche, chiedere ad Alexa di raccontarci una barzelletta, ma questa ci verrà fornita sul display del Versa 2. Forse l’utilizzo è un po’ riduttivo, rispetto alle vere potenzialità dell’assistente virtuale di Google, ma è comunque un inizio di implementazione. Personalmente mi sarei aspettata un’implementazione proprio con Fitbit, credo che sarebbe stato più interessante ed utile poter chiedere ad Alexa quanti passi ho passi ho fatto oggi, o quanto manca al mio obiettivo giornaliero.

Al di la di Alexa, quello che continua secondo me a fare la differenza tra i dispostivi di Fitbit e la concorrenza è sicuramente la rilevazione del sonno e tutte le statistiche correlate, che a mio avviso risulta essere il più preciso e il più dettagliato del mercato.

Fitbit ha recentemente aggiornato la rilevazione del sonno, ora ad esempio possiamo impostare la registrazione del sonno su “sensibile” o “normale”. In sensibile tutti i movimenti vengono registrati come momenti di agitazione/veglia. Questa modalità può essere utile nel momento in cui vi svegliate stanchi. Inoltre, Fitbit fornisce un punteggio sulla qualità del sonno, oltre ad un serie di consigli per poter dormire meglio.

Anche Versa 2 include tutte le funzioni smart del Versa, più alcune migliore, come ad esempio la sveglia intelligente, che risconosce il momento giusto in cui svegliarsi in base al tipo di sonno e all’ora impostata.

Sul display del Versa 2 potremo visualizzare tutte le notifiche che arrivano sullo smartphone, inoltre possiamo ascoltare la musica salvando alcuni brani direttamente sullo smartwatch, oppure sfruttare Deezer e Spotify per la musica streaming attraverso le cuffie e il Bluetooth.

Non è presente il GPS, ma viene sfruttato quello disponibile sullo smartphone per la gestione delle varie attività sportive. Il monitoraggio, non può essere considerato professionale, ma in ogni caso vi darà soddisfazione.

Non manca il supporto a Fitbit Pay per i pagamenti digitali.

Per quanto riguarda l’app, risulta ben fatta, da qui possiamo visualizzare il battito cardiaco, l’attività fisica e i grafici del monitoraggio del sonno, oltre alla gestione dell’orologio e della personalizzazione dei quadranti.

La batteria integrata dura circa 5 giorni, ma ancora una volta Fitbit ha pensato bene di utilizzare un caricatore differente da tutti gli altri.

In conclusione, Fitbit Versa 2 è un ottimo smartwatch, ricco di funzioni, che ha nei punti forti, il monitoraggio del sonno e un design originale personalizzabile tramite i quadranti. Bene l’integrazione di Alexa, anche se al momento è un po’ basilare.

Il prezzo di 199 euro per la versione standard e 229 per la Special Edition (con esclusivo cinturino in tessuto) è secondo me giusto visto tutte le funzionalità che offre.

Previous Cookie Policy
Next GDPR E COOKIE POLICE NO PROBLEM CON IUBENDA E WORDPRESS

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami