CASO HUAWEI / HONOR e GOOGLE – FACCIAMO CHIAREZZA


Dopo l’ordine esecutivo di Trump, con cui le società americane non devono più intraprendere rapporti commerciali con Huawei ( e di conseguenza Honor), sia Google che Intel e Qualcomm hanno comunicato di aver bloccato le forniture all’azienda cinese Huawei, bloccando tra l’altro tutti gli aggiornamenti del sistema operativo Android.

Dopo questa notizia, in rete si è scatenato il putiferio, con utenti Huawei / Honor preoccupati per i loro smartphone.

Ma voglio rassicurarvi, perchè alcuni giorni fa, in occasione dell’evento di presentazione a Londra di Honor, ho avuto modo di fare quattro chiacchiere con la società, proprio per capire com’è la reale situazione.

In sostanza tutti gli smartphone già in commercio, compreso il nuovo Honor 20, avranno come sistema operativo Android, il Google Play Store e tutti gli aggiornamenti alle app. Non saranno invece disponibili le nuove versioni di Android.

La questione, si complica un po’ per gli smartphone di prossima uscita, in quanto se le cose non dovessero cambiare, gli smartphone Huawei / Honor non potranno più avere al proprio interno il sistema operativo Android.

Le opzioni al momento sono due:

  • Trump ha dato una proroga di 90 giorni (fino al 19 agosto 2019), se in questo lasso di tempo viene trovato un accordo, Android sarà presente sugli smartphone e nulla cambierà per gli utenti.
  • Se non viene trovato un accordo, Huawei dovrà abbandonare Android e optare per un nuovo sistema operativo. Soluzione che Huawei aveva già messo in cantiere nel lontano 2012, ossia un sistema operativo proprietario, che dovrebbe sostituire in tutto e per tutto Android.

Per cui, se siete già utenti Honor / Huawei potete stare tranquilli, e siete in procinto di acquistare uno smartphone (già in commercio) di queste marche potete farlo senza preoccupazioni.

Previous SAMSUNG GALAXY S10 - RECENSIONE
Next REALME 3 PRO IN ITALIA DA 199 EURO - TUTTO QUELLO CHE C'E' DA SAPERE

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami